“Carlos França Bomber di Dio”, al Crob di Rionero pe la presentazione del libro

La vita in rovesciata di Carlos Clay França raccontata all’ @IRCCS CROB di Rionero in Vulture – con Francesco Loscalzo, Camila Bodini França, Tonino Colasurdo, Alessandro Lettini, Lucia Nardiello e Mario Grande.
Foto di Daniele Crispino DiteCheese

Grazie a Carlos Clay França a sua moglie Camila Bodini França a Tony Vece fotoreporter e autore del libro fotografico Presentazione del libro “Carlos França Bomber di Dio” e al giornalista Francesco Loscalzo per l’incontro che si è tenuto ieri pomeriggio all’Irccs Crob insieme al Direttore Sanitario Tonino Colasurdo e allo psico oncologo Alessadnro Lettini. Grazie al Presidente della C.S.Vultur Rionero 1921 Mario Grande e alla Presidente della scuola calcio Hellas Cristina Macèra.

BASLunedì 29 aprile alle ore 16.30 nell’auditorium Cervellino dell’Irccs Crob si terrà la presentazione del libro fotografico “Carlos França Bomber di Dio”. Interverranno: Tony Vece fotoreporter autore del libro, Carlos França calciatore bomber del Potenza, Francesco Loscalzo giornalista Ansa che ha realizzato l’intervista con il calciatore – un “atleta di Dio” – pubblicata nel volume, Alessandro Lettini psico-oncologo dell’Irccs Crob e il direttore sanitario Antonio Prospero Colasurdo. Sarà presente la squadra di casa della Vultur Rionero. Una parte del ricavato ottenuto dalla vendita dei libri in questa giornata, per volere dell’autore, sarà devoluto all’Irccs Crob a beneficio dei pazienti oncologici. Il volume si compone di 144 pagine e racconta in foto la stagione sportiva 2017-2018 di França, alla guida dell’attacco del Potenza che ha vinto il girone H della Serie D ottenendo la promozione in Serie C. L’autore, Tony Vece, ha sottolineato come quest’opera non sia l’esaltazione di una vittoria sportiva ma dei valori che Carlos França rappresenta quali: correttezza, solidarietà e famiglia. Valori sani che a partire dalla sfera sportiva si allargano a comprendere anche il percorso di cura dei pazienti oncologici che ha coinvolto anche Carlos França. “E’ proprio dalla esperienza di Carlos” spiega il direttore sanitario dell’Irccs Crob Antonio Prospero Colasurdo “che si vuole sottolineare come nell’ambito oncologico e del percorso di umanizzazione delle cure l’attività sportiva può rappresentare un elemento di valore aggiunto”. Effetti positivi dell’attività fisica sperimentati in prima persona da França che nella sua esperienza di vita ha affrontato e vinto la malattia oncologica anche grazie alla passione e all’impegno per lo sport, un’arma in più per vincere la partita contro il cancro.

Basilicata.net

Segui video e le foto↓↓↓